BANSIGU BIG BAND
vico catena, 26
16149 Genova Italy
info@bansigu.it
 

Untitled Document

Cesare Marchini

Pi¨ che di una biografia si tratta di un piccolo tributo che abbiamo voluto riservare a Cesare Marchini, nostro altosassofonista fino dagli esordi della band. Con almeno 50 anni passati al servizio della musica (classe 1926), pu˛ essere a buon diritto considerato un punto di riferimento: quasi tutti nell’orchestra infatti sono passati sotto le sue mani.

Cesare, inoltre, si dedica con altrettanta passione e rigore alle arti figurative: abbiamo inserito qui le immagini di alcune sue opere, oltre naturalmente ai dipinti usati per le copertine dei nostri cd.

AUTORITRATTO
AUTORITRATTO

"Artista Ŕ colui che non lascia segno"

Questo aforisma zen dalle apparenze contraddittorie potrebbe servire a descrivere la personalitÓ di Cesare Marchini, il suo porsi di fronte all’arte e l’influenza che egli ha avuto ed ha su chi lo frequenta.

MEDITAZIONI DI UN COLLEZIONISTA
MEDITAZIONI DI UN COLLEZIONISTA

In orchestra siamo abituati a chiamarlo il nostro decano, il senatore, e non solo per una sorta di rispetto anagrafico.

Come potremmo altrimenti definire chi, dopo aver vissuto in prima linea il buio bellico, si Ŕ ritrovato all’angolo tra la 52esima strada e Broadway con i dollari contati per andare a sentire Charlie Parker ed assistere alle lezioni di musica e vita del guru Lennie Tristano; chi si dedica ad esperimenti di scienze naturali con la passione di un alchimista del XVII secolo e parallelamente trasmette il suono perfetto e gioioso del saxofono a schiere di allievi; chi produce sconcertanti tele che esprimono l’incomunicabile perfezione di Piero Della Francesca e De Chirico e nello stesso tempo prepara minuziose partiture per un’orchestra filarmonica.

Chi lo frequenta, come chi scrive, viene colpito dall’integritÓ e dalla purezza, unitamente ad una ormai proverbiale modestia, che insegnano tanto quanto una delle sue lezioni di strumento o arrangiamento.

Ecco, Cesare lavora con lo stesso spirito del monaco che, nell’anonimato della sua "abbazia", sorretto unicamente da un senso di responsabilitÓ fine a se stesso, trasmette con anacronistica dedizione il patrimonio che altri potranno sfruttare, annullandosi in ci˛ che fa e per questo "senza lasciare segno", se non in chi riceve.

MALINCONIA DI COLLEZIONISTA
MALINCONIA DI COLLEZIONISTA
(ritratto del sig. Ferrando)

clicca qui (file mp3 - 1.028 kb) per ascoltare

"NEW RHAPSODY" (1992)
Cesare Marchini, alto sax - Gianluca Tagliazucchi, piano

 

 

 

 

 

 

BANSIGU ARTE & MUSICA - C.F. 95028690105 - P.I. 03684730108 - info@bansigu.it
 
Informativa sull'utilizzo dei Cookie
a cura di R&P Informatica Graphic - webmaster Francesca Riggi - foto realizzate da Francesca Riggi - copyright ©1996